Ad ogni rifornimento pagate questo, non il carburante.

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Trasporti
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti
  • Il finanziamento della guerra d’Etiopia (1935-1936) con un’accisa di 1,90 lire (0,000981 euro)
  • Il finanziamento della crisi di Suez del 1956 con un’accisa di 14 lire (0,00723 euro)
  • La ricostruzione dopo il disastro del Vajont del 1963 con un aumento di 10 lire (0,00516 euro)
  • La ricostruzione dopo l’alluvione di Firenze del 1966 con 10 lire (0,00516 euro)
  • La ricostruzione dopo il terremoto del Belice del 1968, sempre con un’accisa di 10 lire (0,00516 euro)
  • La ricostruzione in seguito al terremoto del Friuli del 1976 con 99 lire (0,0511 euro)
  • La ricostruzione dopo il terremoto dell’Irpinia del 1980 con un’imposta di 75 lire (0,0387 euro)
  • La missione Onu in Libano (Italcon) del 1983 per 205 lire (0,106 euro)
  • La missione in Bosnia con l’Onu del 1996 per 22 lire (0,0114 euro)
  • Rinnovo del contratto degli autoferrotranvieri del 2004 con un’accisa di 0,02 euro
  • L’acquisto di autobus ecologici nel 2005 con 0,005 euro
  • La ricostruzione dopo il terremoto dell’Aquila del 2009 per 0,0051 euro
  • Il finanziamento alla cultura del 2001 con un’imposta che va da 0,0071 a 0,0055 euro
  • Il finanziamento della crisi migratoria libica del 2011 con un aumento di 0,04 euro
  • La ricostruzione in seguito all’alluvione che ha colpito la Liguria e la Toscana nel novembre 2011 con 0,0089 euro
  • Il finanziamento del decreto “Salva Italia” nel dicembre 2011 con un’imposta di 0,082 euro (0,113 sul diesel)
  • La ricostruzione dopo il terremoto in Emilia del 2012 per 0,02 euro
  • Il finanziamento del “Bonus gestori” e la riduzione delle tasse ai terremotati dell’Abruzzo con 0,005 euro
  • Il finanziamento di alcune spese del decreto Fare “Nuova Sabatini” (dal 1 marzo al 31 dicembre 2014) con 0,0024 euro.

Rispondi