Crimini senza vittime

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Legale
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Cos’è un crimine senza vittime, senza danneggiati?

Esistono crimini o illeciti in cui nessuno viene danneggiato ma chi li commette è lo stesso colpevole e paga salato?

Eccome se esistono.

Siamo soggetti a numerosissime leggi la cui violazione non comporta danni per nessuno ma che ci rende colpevoli in caso di violazione.

Attenzione, non sto parlando di crimini o illeciti in cui si sa che ci sono dei danneggiati ma non è possibile stabilirne l’identità. Se avveleno una falda acquifera posso danneggiare un sacco di persone che ne subiranno gli effetti magari dopo lungo tempo. Ma non è di queste fattispecie che sto parlando.

Un buon esempio che traggo da una chiacchierata tra Luca Venturini e Riccardo Masutti è il seguente.

Un ragazzo di 19 anni ordina un wiskey al bar dell’aeroporto di Milano Malpensa prima di imbarcarsi per Los Angeles, lo paga, se lo beve e poi parte. Atterra a Los Angeles e, raccolti i bagagli, si ferma al bar degli arrivi e ordina un whisky. Lo paga e se lo beve.

A quel punto viene avvicinato da un poliziotto che gli chiede i documenti, lui glieli mostra e immediatamente il poliziotto si dirige dietro il bancone del bar, ammanetta il barista e lo porta dentro. Vendere alcolici ai minori di 21 anni in California è una reato molto grave. Lo stesso ragazzo beve un bicchiere di scotch e non subisce danno a Milano ma lo subirebbe a Los Angeles.

Capite che la situazione è assurda.

Mentre una coltellata è uguale a Milano come a LA e un borseggio è un reato a Milano come a LA, un bicchiere di whisky invece no. Perché stiamo parlando di un reato senza vittime il quale, idealmente, è un’aggressione da parte dello Stato senza motivo il cui danno lo paga un innocente, il barista.

Oppure il maggiorenne che vorrebbe legittimamente bersi un bicchiere di liquore ma nessuno glielo può vendere.

E questo è ciò che la gente accetta senza neanche pensarci o, peggio, giustificando la posizione degli Stati. (Sorvoliamo sul fatto che un 19enne in California sia sufficientemente maturo per guidare, per pagare le tasse, per arruolarsi e per votare. Ma non per bere un bicchiere di liquore.)
(Cit)

Rispondi