Le Masse

Se fai parte della massa, sei considerato sano di mente…

Può darsi che la massa sia in preda alla follia, ma il punto non è quello.

Tu devi semplicemente far parte della massa e comportarti come si comportano tutti gli altri.

Non sono ammesse eccezioni.

Non c’è spazio per l’individualità. Gli individui vengono rinchiusi in manicomio.

La gente ha definito pazzo Gautama il Buddha, ha dato del pazzo a Gesù Cristo, ha dato del pazzo a Socrate.

Le masse considerano pazzo chiunque non sia parte della follia collettiva, chiunque vada oltre questa follia.

Ma quella pazzia è l’unico modo di purificarsi. L’uomo non è un essere, ma un processo, non un essere ma un divenire.

È naturale che la gente odi l’uomo di verità: egli è un disturbatore… con le tue menzogne ti senti al sicuro, e all’improvviso arriva lui ad istigare il dubbio in te, a disturbare la tua fede.

La verità è sempre in contrasto con i dogmi delle masse.

La verità è individuale, e le masse non hanno alcun interesse per la verità.

Alle masse importano le consolazioni, le comodità.

Le masse non consistono di esploratori, di avventurieri, di individui che si inoltrano nell’ignoto, senza paura, e rischiano la vita per scoprire il significato della loro vita e dell’esistenza intera.

Le masse vogliono semplicemente sentir raccontare bugie dolci, comode e convenienti. Senza fare alcuno sforzo, possono rilassarsi in quelle menzogne che servono solo come consolazioni.

La folla odia chi vuole essere un individuo, chi vuole seguire un suo cammino particolare, uno stile di vita.

Le masse vogliono che tu sia semplicemente “uno di loro”.

(Osho)

Rispondi